Blog :: Recensione BRATS

phenom89 2018-09-30

BRATS - BRATS (1° ALBUM)





- Streaming Online (Spotify): CLICCA QUI per accedere al web player
- Digital Download (Itunes): CLICCA QUI per accedere allo store
- Edizione Fisica (CDJapan): CLICCA QUI per accedere al sito web
- Edizione Fisica DELUXE (CDJapan): CLICCA QUI per accedere al sito web

Le BRATS sono un gruppo formato da tre ragazze: Rei Kuromiya (cantante), ex membro della band Ladybaby; Aya Kuromiya (basso), sorella maggiore di Rei; Hinako (chitarra), amica di Aya.




Il loro primo album ha lo stesso nome della band, “BRATS”, ed è uscito il  25/07/2018.
Da questo album, più di un anno fa, è stato estratto un singolo che contiene le canzoni “Nounai Shokyo Game” e “Ainikoiyo”. Inoltre, sempre il brano “Ainikoiyo”, è stato usato come opening theme della prima serie dell'anime "To Be Hero".


--RECENSIONE--


Andiamo ad analizzare nel dettaglio le varie canzoni che compongono l'album:

01 - Pain
Canzone che sin dalle prime note punta sulla potenza dei vari strumenti. Il ritornello rallenta un po' il ritmo per permettere  alla voce di Rei di venire fuori al meglio, risaltando grazie al suo timbro particolarmente aggressivo.

02 - Kaihouseyo (解放セヨ)
Pezzo dal ritmo sostenuto. Molto particolare la parte cantata durante le strofe dove sembra quasi che le parole prendano in controtempo la base musicale, veramente un bel effetto. Durante Il ritornello, il ritmo aumenta ancora di più e la chitarra si fa sempre più incisiva.

03 - Doudatteyokatta (どうだってよかった)
Brano molto potente ed aggressivo. Bellissime le varie strofe dove chitarra e basso, con un sound semplice ma d'impatto, prima sembrano quasi farsi da parte per sostenere la parte cantata per poi danno scatenarsi. Gran ritmo ed energia incontenibile.

04 - Unfair (アンフェア)
Canzone un po' più “leggera” rispetto alle precedenti, ha un retrogusto punk molto piacevole. È comunque un brano dalle sonorità decise: le varie strofe ritmate si alternano ad un ritornello più melodico, ma che non snatura il sound aggressivo della band.

05 - Lost Place
Pezzo hard rock abbastanza classico come struttura e sonorità. Come canzone diciamo che punta più sul ritmo che sulla pura potenza musicale, ma il risultato finale non cambia: il pezzo ha un gran bel sound. Anche in questa canzone, quando il ritmo rallenta lo fa per dare spazio alla splendida voce di Rei.

06 - Kimarigoto (決まりごと)
Canzone potente ed incisiva, in grado di accontentare un po' tutti i gusti: amanti del metal, dell'hard rock... e anche quelli delle "anisong". Anche qui, il timbro vocale di Rei è un vero e proprio valore aggiunto: grintoso ed aggressivo come non mai. Energia pura, dall'inizio alla fine.

07 - Big Bad World
Brano bello potente dal punto di vista musicale, ha una sonorità molto dura e decisa. Inizialmente ha un ritmo sostenuto, quasi martellante, che porta ad un ritornello quasi liberatorio. Questo continuo sali e scendi va avanti per tutto il brano fino ad arrivare alla parte più rilassata, che serve a lanciare il gran finale.

08 -  Seitouka Pride Monster (当化プライドモンスター)
Canzone molto aggressiva. Anche qui una base musicale dal ritmo sostenuto e particolarmente incisiva va a legarsi allo splendido timbro vocale di Rei… poi arriva il ritornello e tutta la band scatena tutta quanta la sua potenza.

09 - Nounai Shokyo Game (脳内消去ゲーム)
In questo pezzo, basso e chitarra fanno un lavoro eccezionale: quando c'è la parte vocale si mettono in sottofondo e, tramite un riff semplice ma bello grintoso, esaltano la voce di Rei... quando c'è da suonare, danno sfogo a tutto quello che sono in grado di fare. Il ritornello è una vera e propria esplosione di energia.

10 - Ainikoiyo (アイニコイヨ)
Per questa canzone potrei tranquillamente copiare la descrizione del brano precedente: stesso lavoro sublime di basso e chitarra, voce sempre graffiante ed incisiva. Il ritornello è meno potente dal punto di vista musicale, ma molto più orecchiabile: è impossibile non canticchiarlo.

- Top 3 canzoni dell'album: “Seitouka Pride Monster” - “Kimarigoto” - “Big Bad World”

- Valutazione finale - VOTO: 100/100
Avevo grandissime aspettative su questo album, e sono stato pienamente soddisfatte.
Prima di tutto,  adoro alla follia lo stile musicale di questa band: praticamente ogni loro canzone ha quella giusta via di mezzo tra un brano metal ed uno hard rock: aggressiva al punto giusto, ma comunque armoniosa e ben strutturata.
Chitarrista e bassista fanno un lavoro eccezionale, sia nelle parti soliste che quando devo esaltare quella che si è rivelata la star di questa band: Rei Kuromiya. Non me ne vogliano le altre componenti della band, ma questa ragazza è a dir poco impressionante...  ha un voce a dir poco unica, sembra essere nata per fare questo tipo musica.

Spostando il discorso sull'album vero e proprio, non posso che dire che questo è un album perfetto. Se vi piace questo genere di musica, non credo che riuscirete a trovare qualcosa di meglio fatto negli ultimi 10 anni a livello mondiale (o per lo meno, non così concentrato tutto in un solo album).
La scelta delle migliori tre canzoni è quasi superflua visto che sono tutte canzoni magnifiche, quindi ho deciso di scegliere tre canzoni che rappresentano tre modi diversi di fare lo stesso genere di musica.
Durante l'ascolto di questo album vieni letteralmente travolto da un sound duro, potente ed aggressivo… un continuo crescendo di energia. Le BRATS vogliono stupire da subito l'ascoltatore con la loro musica, e la stessa scaletta dei brani ne è una dimostrazione: canzoni che puntano sulla pura potenza si alternano di continuo a pezzi più orientati al ritmo e alla velocità, e proprio sul finire dell'album arriva “Ainikoiyo”… il brano al momento più famoso della band.
Un album semplicemente imperdibile.

phenom89


DISCLAIMER: questa recensione è scritta da un comune appassionato di J-Music. Non sono un musicista e non conosco i vari aspetti tecnici del mondo musicale per dare un giudizio più autorevole. I miei giudizi sono dettati principalmente dai miei gusti in campo musicale e dall'esperienza ottenuta ascoltando per centinaia di ore la J-Music, informandomi al meglio e cercando di ampliare sempre più le mie conoscenze.




Nickname: