Blog :: Recensione UCHOTEN dei POLKADOT STINGRAY

phenom89 2019-06-15

POLKADOT STINGRAY - UCHOTEN (2° ALBUM)






- Streaming Online (Spotify): CLICCA QUI per accedere al web player


- Digital Download (Itunes): CLICCA QUI per accedere allo store


- Edizione Fisica (CDJapan): CLICCA QUI per accedere al sito web


In un periodo in cui la musica insulsa (ogni riferimento a Trap e soprattutto roba latino-americana è fortemente voluto) spopola dappertutto e anche i più famosi (famosi, non bravi) artisti mondiali hanno deciso di andare dietro a questa moda, i POLKADOT STINGRAY decidono di concederci un po’ di puro ossigeno rilasciando il loro secondo album: Uchoten.

Le aspettative per quest’album sono a dir poco altissime, non vedo l'ora di ascoltare quello che ha tutte le premesse di un capolavoro.




--RECENSIONE--



- Top 3 canzoni dell’album: "Bakemonodarake No Machi" - "Ichidaiji" - "DENKOUSEKKA"

- Valutazione finale - VOTO: 101/100

No, non ho scritto male il voto finale a quest’album… ritengo che questo lavoro sia leggermente sopra la perfezione.

Possibile che i POLKADOT STINGRAY siano, al momento, la migliore band del pianeta??? Secondo me sì.

A me piace dividere il mondo della musica in tre gruppi: 1) chi fa musica orribile e insignificante (tanti... anzi, troppi); 2) chi fa buona musica (una discreta quantità, direi); 3) chi ha uno stile tutto suo ed ha una credibilità talmente alta da permettergli di fare qualsiasi cosa (e di farla alla grande).

Ecco, i POLKADOT STINGRAY sono l'esempio più lampante che io conosca di quest'ultima categoria.

Per capire meglio quello che dico, ascoltate il brano numero 5 dell'album: "Bakemonodarake No Machi" (ばけものだらけの街)... penso sia abbastanza lampante sin dalle prime note il punto del mio discorso, no? Ed il bello che questa canzone è solo una dei tanti esempi che si possono per far capire l'immensa qualità di quest’album... avrei potuto citare "Ichidaiji" o "DENKOUSEKKA" (semplicemente irresistibili), "Rismy" (un magnifico lento dallo stile unico), "Uchoten" (un'esplosione musicale continua), ecc.

Quest'album è composto solamente da canzoni fantastiche, con una struttura musicale unica ed imprevedibile, dal ritmo irresistibile: il timbro vocale di Shizuku è a dir poco magnetico, la parte strumentale di ogni canzone è un piacere per le orecchie (da citare obbligatoriamente, una chitarra solista che potrei definire impressionante).

Anche l'ordine in cui sono messe le canzoni dentro l'album non è a caso: sembra la riproduzione in miniatura della scaletta di un concerto, con a fare da chiusura un bellissimo brano acustico (canzone bonus presente sono nell'edizione fisica).

Sin da quando verso la metà di dicembre è stata annunciata l'uscita di quest’album, pubblicato su YouTube il video musicale della title track "Uchoten" e la lista delle canzoni (tanti inediti, più quasi tutte quelle del magnifico mini-album del 2018) ero sicuro di una cosa: quest'album sarebbe stato un capolavoro assoluto... e così è stato.

Mi era venuta una mezza voglia di scrivere un articolo dal titolo "Uchoten: cronache di un capolavoro annunciato"... ma poi ci ho rinunciato perché ho pensato non fosse interessante leggere una mia opinione così netta in fin dei conti basata su pochi fatti concreti. Volevo anche fare un'analisi brano per brano, ma mi sono accorto di non poter esprimere al meglio il mio pensiero senza essere ripetitivo e banale (ho finito gli aggettivi alla terza canzone).

Seguo questa band da quando sono cominciati ad uscire i primi singoli/mini-album e loro crescita artistica è stata esponenziale ed irrefrenabile... a questo punto non so neanche io che cosa aspettarmi dai loro prossimi lavori.


phenom89


DISCLAIMER: questa recensione è scritta da un comune appassionato di J-Music. Non sono un musicista e non conosco i vari aspetti tecnici del mondo musicale per dare un giudizio più autorevole. I miei giudizi sono dettati principalmente dai miei gusti in campo musicale e dall’esperienza ottenuta ascoltando per centinaia di ore la J-Music, informandomi al meglio e cercando di ampliare sempre più le mie conoscenze.




Nickname: